fbpx

Le 5 migliori pavimentazioni più usate: pro e contro

La scelta della pavimentazione sia in un ambiente privato che in un ambiente commerciale deve rispondere fondamentalmente a due requisiti: funzionalità e praticità. Il pavimento deve essere innanzitutto funzionale al contesto in cui si andrà ad inserire ed ovviamente rispecchiare i canoni estetici richiesti per adeguarsi all’ambiente circostante e dare al design un senso di continuità stilistica. In commercio le pavimentazioni maggiormente gettonate sono: laminati, spc (solid polymer core), lvt e pvc, minerali e ceramiche. Nei seguenti capitoli analizziamo quali sono le loro caratteristiche principali, i pro e i contro di questi materiali.

Parquet laminato

Il parquet laminato è una soluzione abbastanza diffusa poiché risulta piuttosto economico e garantisce una resa estetica molto suggestiva. Prima di conoscere le caratteristiche è opportuno rispondere ad una domanda.

Cos’è il laminato? 
All’apparenza può sembrare un normale parquet ma in realtà la struttura è composta da legno e vari materiali artificiali sovrapposti l’uno all’altro tramite un particolari processi.
Il laminato propone un’offerta molto ampia di colori e di finiture: i primi spaziano dalle tonalità bianche alle grigie, dalle marroni alle rosse fino agli effetti materici come pietra, cemento, ceramica, marmo e metallo per una resa “nature” e suggestiva; le seconde possono essere lisce, strutturate o sincronizzate in base alla tipologia di lavorazione. Il laminato è piuttosto facile da posare e non richiede una manutenzione eccessiva, ma può risultare rumoroso o scivoloso. Per evitare questi problemi è consigliabile valutare le 3 tipologie in base al grado di abrasione da scegliere a seconda del calpestio: AC3, AC4 e AC5. Per la cucina ad esempio la scelta più indicata è l’AC4 ed 8 millimetri sono lo spessore ideale per un ambiente di media o piccola grandezza.

 

 

PRO

  • economico;

  • grande resa estetica;

  • facilità di posa, ideale per fai da te;

  • manutenzione ridotta.

CONTRO

  • rumorosità;

  • sensibilità all’acqua e non adatto alla posa in ambienti umidi

Pavimenti in spc

I pavimenti in spc (solid polymer core) sono tra le soluzioni più moderne ed innovative che portano in dote una serie di vantaggi pratici, estetici e funzionali per diversi ambienti. Questo materiale è dotato di uno strato trasparente che assicura protezione dai graffi e dalle macchie, uno strato di vinile che può essere decorato a piacimento, uno strato in spc che fornisce rigidità e stabilità all’asse ed uno strato di base che garantisce isolamento acustico e ammortizzazione. Può essere installato facilmente su ogni tipo di superficie, dal calcestruzzo alla ceramica, oppure su una superficie già esistente. E’ facile da pulire ed è completamente impermeabile, caratteristica che consente di posare l’spc  in diversi ambienti.

 

 

PRO

  • impermeabilità;

  • spessore ridotto

  • resistenza al calpestio

  • supporto rigido

  • confortevole al calpestio

  • superfici calde

  • termostabile

  • installazione semplice;

  • stile personalizzabile;

  • comfort.

CONTRO

  • costo impegnativo

  • necessita di un fondo planare per la posa

Pavimenti vinili (LVT) e pvc

pavimenti vinilici, conosciuti anche come  LVT (Luxury Vynil Tiles), fino a poco tempo fa erano considerati obsoleti e fuori moda ma grazie alle innovazioni nel settore stanno rivivendo una “seconda giovinezza” offrendo riproduzioni molto fedeli di materiali come il legno, il metallo o la pietra. La resa estetica risulta gradevole ed estremamente personalizzabile in base alle varie necessità di design. Lo spessore può oscillare tra i 2 ed i 6 mm ed i pavimenti vinilici garantiscono impermeabilità, resistenza, facilità di pulizia ed ecocompatibilità. I pavimenti possono essere  istallati con posa flottante mediante l’interposizione di materassino adeguato ( secondo normativa vigente) così da preservare la pavimentazione preesistente ( in caso di locazioni ad esempio), oppure con posa ad incollo . In entrambi i casi non è necessario rimuovere il pavimento già esistente. Si possono trovare a fogli unici o in quadrotte e la gamma dei colori e delle finiture è estremamente ampia e variegata dall’effetto legno alla ceramica con una riproduzione fedele.

 

 

 

PRO

  • prezzo contenuto;

  • basso spessore;

  • comfort;

  • resistenza al calpestio;

  • facilità di posa;

  • impermeabilità.

CONTRO

  • estremamente termolabile;

  • si adatta al pavimento esistente evidenziando tutte le criticità del fondo.

  • Presenza di Pvc, difficilmente ecocompatibile

  • necessita di fondo planare per la posa

  • la colla dei vinili adesivi potrebbe essere difficile da rimuovere.

Pavimenti in minerali

Il mineralmarmo è una particolare tipologia di materiale composto al 75% da minerali naturali  con le loro caratteristiche di robustezza e durata nel tempo, ed al 25% da moderni polimeri a base di molecole di carbonio che ne determina la flessibilità, per poi essere rivestito da un film decorativo + protettivo . I pavimenti in minerali mixano design e resistenza adattandosi ad ogni utilizzo soprattutto nella zona del bagno grazie ad un’elevata resistenza al calore. Il mineralmarmo offre varie soluzioni estetiche nei colori e nelle finiture per ogni ambiente.

Si prestano alla posa a pavimento e parete sia con colla che flottante, su ogni tipo di superficie preesistente.Il materiale TOP nelle ristrutturazioni.

 

 

 

PRO

  • varietà di design;

  • PRIVO DI FTALATI E PVC – PVC FREE

  • 100% ECOCOMPATIBILE

  • spessore ridotto

  • adattabilità a diversi ambienti interni;

  • impermeabilità

  • posa ad incollo o flottante

  • superfici calde

  • materiale Termostabile

  • infrangibile

  • facilità di pulizia.

  • Nessuna fuga cementizia

CONTRO

  • detersivi chimici potrebbero danneggiare la superficie.

  • Costo elevato

  • posa riservata a professionisti ( consigliato nell’incollato)

Pavimenti in ceramica

La ceramica è un materiale che si fa apprezzare per la sua eleganza ed infatti è in grado di donare un tono particolarmente chic e raffinato ad ogni ambiente. Al di là dell’aspetto estetico bisogna considerare le notevoli proprietà tecniche dei pavimenti in ceramica che assicurano una notevole durezza, una conducibilità termica molto bassa ed una grande impermeabilità. La manutenzione richiesta è davvero molto ridotta in quanto la pulizia è facile e veloce. É disponibile un’offerta molto variegata che comprende diversi colori capaci di riflettere i raggi solari e creare bellissimi giochi di luce, oltre agli spessori che possono arrivare ai 3 mm minimo, per dimensioni che possono superare i 2 mq.

PRO

  • stile personalizzabile;

  • facile manutenzione;

  • facilità di pulizia;

  • durezza;

  • bassa conducibilità termica.

CONTRO

  • materiale freddo

  • frangibilità elevata anche dopo la posa.

  • Posa lunga e laboriosa

  • fughe cementizie antiestetiche e difficili da pulire.

Le 5 migliori pavimentazioni più usate: pro e contro